web service

Siti spam


Rapporto sullo spam web di Google: meno dell'1% dei siti offerti dai risultati di ricerca sono spam. Google nel 2017 ha raddoppiato la rimozione di collegamenti non naturali, riducendo lo spam link di quasi la metà.

 

Google ha dichiarato che meno dell'1% degli utenti ha finito per visitare un sito web spam dai risultati di ricerca di Google.

 

Google ha ridotto del 80% il numero di siti Web compromessi e l'80% di risultati nei risultati di ricerca, riducendo di quasi la metà lo spam nei link di ricerca. Come spiegato di recente, il numero di notifiche di Search Console è sceso a 6 milioni da 9 milioni dell'anno precedente.

 

Google afferma che i suoi team di spam "hanno raddoppiato" la rimozione di collegamenti non naturali utilizzando algoritmi e azioni manuali "scalabili".

 

Ecco alcuni dei punti salienti del rapporto:

- Meno dell'1 percento dei siti visitati dai risultati di ricerca sono spam.
- C'è stata una riduzione dell'80% dei siti compromessi nei risultati di ricerca.
- Google ha raddoppiato la rimozione di collegamenti non naturali tramite algoritmi e azioni manuali.
- Sono state eseguite 90.000 segnalazioni di utenti sullo spam di ricerca.
- 45 milioni di messaggi sono stati inviati ai proprietari di siti web registrati tramite Search Console.
- Sei milioni di questi messaggi sono legati alle azioni manuali.

 







Giorgio Angiolini – contatti@angiolini.eu
Numero REA PI 189720 – Partita IVA 02209360508

Informativa privacy - Cookie