web service

Il successo sui dispositivi mobili


Con oltre il 40% delle transazioni online (dato in continua crescita), il mobile sta invadendo il mondo giorno per giorno. Quando un cliente decide di apprendere, assumere una decisione, lo smartphone è la porta d'accesso alla scoperta.

Smartphone, app popolari e servizi on-demand spingono i comportamenti dei consumatori in direzioni nuove e dirompenti. Di conseguenza, i clienti sono introdotti a modi diretti e persino non ortodossi per scoprire informazioni rilevanti, approfondimenti e risultati desiderati.

Mentre le aziende stanno facendo passi da gigante nella mobilitazione di siti Web e nello sviluppo di app funzionali, è fondamentale che capiscano che essere mobili è solo l'inizio. Gli strateghi digitali devono anche capire come si evolvono le preferenze, le aspettative e le intenzioni e come i loro utenti cercano di interagire con piattaforme diverse.

Il successo dei dispositivi mobili richiede molto di più delle funzionalità mobili
Ogni giorno, i consumatori usano i loro smartphone per cercare informazioni approfondite prima di fare la loro prossima mossa. Sì, le aziende si stanno adattando introducendo siti e app mobili che funzionano sul piccolo schermo. Ma per avere successo sui dispositivi mobili è necessario molto di più che adattare le esperienze desktop al piccolo schermo. In effetti, senza una piena comprensione dell'esperienza utente mobile (UX), i siti mobili possono fare più danni che benefici.
In una recente ricerca, Google ha rilevato che il 51% dei consumatori guarda sfavorevolmente i marchi con siti mobili che non sono progettati per essere utilizzati su uno smartphone. Ancora più scioccante, Google ha rilevato che quasi la metà degli utenti di smartphone non prenderà in considerazione l'acquisto da marchi che ospitano siti mobili mal progettati.
Non è tutto. Il tempo di caricamento, la facilità d'uso e l'integrazione di siti e app mobili sono anche colonne portanti di una grande esperienza utente. Se i clienti incontrano ostacoli durante il loro viaggio mobile, troveranno altrove una soluzione più intuitiva. Il 73% dei consumatori passerà da un sito mobile mal progettato a un'alternativa che semplifica gli acquisti, ha rilevato Google.

Inoltre, il rapporto classificava i tre principali motivi per cui le persone non effettuavano un acquisto su un sito mobile:
Carichi lentamente (51 percento).
Difficile da navigare (50 percento).
Difficile trovare quello che sto cercando (47 percento).

App e siti per dispositivi mobili
Può sembrare strano, dato che viviamo indubbiamente in un mondo mobile-first, ma non tutte le aziende hanno bisogno di un'app. I siti per dispositivi mobili sono importanti, ma con le app la posta in gioco è molto più alta.

Non stai solo gareggiando contro i concorrenti tradizionali qui. Stai anche gareggiando contro artisti del calibro di Uber, Amazon, Instagram e qualsiasi app che definisce la barra per l'esperienza dell'utente. Secondo Google, due terzi dei clienti affermano di poter raggiungere lo stesso obiettivo sul sito mobile di un marchio, come possono fare con la loro app.

Quindi, cosa ci vuole per avere successo su entrambi i fronti?
La competizione sul piccolo schermo è piuttosto intensa. Quando si tratta di app, la fedeltà deve essere ri-guadagnata. La realtà è che molte app sperimentano un massimo risultato dell'80 percento in 90 giorni. Inoltre, la maggior parte degli utenti interagisce solo con nove app al giorno, al massimo.

La realtà è che le app devono guadagnare l'ambito posto sullo schermo mobile di qualcuno, anche tra i clienti fedeli. Infatti, l'87% afferma di poter essere fedele a un marchio senza avere la sua app sul proprio telefono, secondo Google.
Inoltre, la metà dichiara di non avere nemmeno l'app del proprio marchio preferita installata sul proprio telefono.

Google ha appreso che del 53% dei consumatori che non hanno installato l'app del proprio marchio preferito, il 42% non ha mai pensato di farlo, e il 25% non sapeva nemmeno che fosse disponibile. Google ha scoperto che il 63% degli utenti eliminerà l'app dopo una transazione quando è obbligata a scaricarlo solo per accedere a un accordo.

Le persone sentono una relazione più permanente perché vedono l'app sullo schermo ogni giorno. È molto più permanente di un impegno con un sito per dispositivi mobili. Come tale, deve costantemente offrire valore al di là degli accordi e delle transazioni. La buona notizia è che le app possono introdurre esperienze nuove, differenziate e a valore aggiunto rispetto ai siti mobili. Quindi, le aziende devono educare i clienti sugli esclusivi vantaggi e funzionalità dell'app e sul perché non possono vivere senza di essa. Ciò richiede una profonda comprensione di ciò che i clienti apprezzano, i loro obiettivi e aspirazioni e ciò che le loro app preferite offrono.

Il digitale non è lo stesso del cellulare. Mentre ogni canale è importante, i dispositivi mobili crescono esponenzialmente e spingono i comportamenti e le aspettative dei clienti in nuove direzioni.

Quanto è diverso il cellulare
Fornire valore centrato sull'utente, sempre. Progettare l’esperienza mobile vivendola coma la vivrà il cliente. Sviluppare esperienze complementari per il sito mobile e la app. Le persone usano entrambi. Non solo creare per il piccolo schermo, progettare per questo.
Acquisire clienti con l'obiettivo di una relazione a lungo termine, non un download rapido.
Introdurre sistemi significativi per costruire la fedeltà "mobile" oltre il CRM legacy.
Con il mobile arriva un insieme unico e in continua evoluzione di aspettative dei clienti che sfidano le convenzioni e creano anche nuove opportunità. Una mancanza di comprensione dei bisogni delle persone su dispositivi mobili oggi inibirà la crescita domani.
D'altro canto, l'adozione delle esigenze e delle aspettative in evoluzione dei clienti favorirà la crescita.

Brian Solis on June 26, 2018 at 3:19 pm







Giorgio Angiolini – contatti@angiolini.eu
Numero REA PI 189720 – Partita IVA 02209360508

Informativa privacy - Cookie